Project Description

Gioia del Colle

Il centro del comprensorio delle Murge, a poco più di 20 km dai trulli di Alberobello e a circa 40 km da Bari, noto in tutta Italia per le deliziose mozzarelle e i latticini.
La scoperta di Gioia inizia ai piedi del Castello normanno-svevo, che spicca per bellezza e imponenza nel cuore del centro antico. Ampliato da Ruggero II, fu ricostruito da Federico II intorno al 1230 e oggi è sede del Museo Archeologico Nazionale, dove ammirare preziosi reperti archeologici. Altro sito di grande rilievo Il Parco Archeologico di Monte Sannace comprende estese aree insediative del più importante centro dell’antica Peucezia.
Il borgo è un dedalo di vicoli e piazze, si aprono ancora i caratteristici archi di origini bizantine. Una passeggiata a Gioia tocca anche la Chiesa di San Rocco, in cui è conservata una statua del Santo realizzata da Stefano di Putignano, la Chiesa Madre intitolata a Santa Maria Maggiore, l’ex convento francescano e la casa torre quattrocentesca in Vico Fontana.
A pochi chilometri dalla città, il Parco Archeologico di Monte Sannace è il più grande abitato peucetico noto, in cui probabilmente si trovava l’antico centro di Turum, citato da Plinio. Il Parco Archeologico di Monte Sannace comprende estese aree insediative del più importante centro dell’antica Peucezia, particolarmente florido fra VI e IV sec. a.C.